News

Campagna Efficienza Energetica della Regione Toscana

Testata

Energia

Risparmio energia

La nostra casa

Le nostre case possono risparmiare energia; la loro performance si misura attraverso la prestazione energetica. L’obiettivo dell’Attestato di Prestazione Energetica (APE), rilasciato da tecnici certificatori, è quello di informare con chiarezza il cittadino sulle caratteristiche energetiche di un edificio.

Se possiedi una casa costruita non di recente, hai buone possibilità di poter risparmiare sui costi di gestione, perché è possibile ridurre gli sprechi che ogni giorno è costretto a pagare chi vive in un appartamento con scarsa efficienza energetica.

Quanto puoi detrarre

La legge di stabilità ha prorogato gli incentivi dando un segnale forte per le famiglie. Dal 2014 le detrazioni fiscali per ristrutturazioni edilizie rimangono al 50% e riguardano anche i mobili. Anche le detrazioni sul risparmio energetico restano al 65%.

Gli interventi di riqualificazione energetica degli appartamenti già esistenti danno diritto ad una detrazione dell’imposta lorda, che può essere fatta valere sia sull’Irpef, che sull’Ires, pari al 65% delle spese sostenute entro il 31 dicembre 2014 (fino al giugno 2015 per le parti condominiali).
Tutte le informazioni al riguardo sono reperibili al seguente link >>

Puoi risparmiare energia

Tutti gli immobili sono collocati in una specifica classe energetica in base a quante risorse consumano. Una casa ben isolata, per esempio, avrà bisogno di meno energia per riscaldare gli ambienti d’inverno e per rinfrescarli in estate. Attraverso la valutazione della prestazione energetica si attribuisce a ogni edificio la relativa classe: si va dalla classe A, la più virtuosa,  alla classe G, la più dispendiosa.

Gli annunci commerciali di vendita e/o locazione devono obbligatoriamente riportare le informazioni sulla prestazione energetica dell’immobile. Tale indicazione può far scegliere consapevolmente la casa ai futuri acquirenti.

Risparmiare sulla bolletta energetica è possibile e l’efficientamento energetico della propria abitazione comporta dei benefici immediati: riduzione delle spese per la bolletta energetica; incremento del valore dell’immobile; riduzione dei costi di esercizio; incremento del comfort termoigrometrico; miglioramento della salubrità degli ambienti.

Cosa fa la Regione Toscana

La Regione Toscana offre questo servizio per farci risparmiare: professionisti qualificati faranno una prima valutazione gratuita della nostra casa.
Qui troverete la lista degli ordini e collegi professionali disponibili a offrirvi gratuitamente questo servizio.

Per informazioni basta telefonare al nostro numero verde 800-860070 oppure scrivere a urp@regione.toscana.it

La Regione Toscana ha istituito un fondo di garanzia per il quale fornisce garanzia finanziaria per investimenti in energie rinnovabili  alle persone fisiche, alle piccole e medie imprese, agli enti locali, alle aziende sanitarie e ospedaliere, alle associazioni che svolgono attività assistenziali, culturali e ricreative senza fine di lucro, con o senza personalità giuridica, alle associazioni e società sportive dilettantistiche costituite nelle forme di cui all’art.90, comma 17, della legge 27 dicembre 2002, n. 289.

Sono ammissibili alla garanzia del fondo le spese per:
a)  impianti solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria;
b)  impianti solari fotovoltaici da connettere alla rete di trasmissione elettrica, di potenza di picco compresa tra 1 kilowatt e 100 kilowatt;
c)  impianti eolici fino a 100 kilowatt;
d)  impianti di riscaldamento, cogenerazione e trigenerazione a biomassa di potenza nominale non superiore a 1000 kilowatt termici e 350 kilowatt elettrici, solo se alimentati da biomasse da filiera corta;
e)  impianti mini-idroelettrici, fino a 100 kilowatt;
f)  impianti per l’utilizzo diretto del calore geotermico mediante pompe di calore anche senza prelievo di fluido;
g)  impianti di illuminazione pubblica che utilizzano tecnologie ad alta efficienza, lampade a risparmio energetico, sistemi di alimentazione elettronica con tele controllo e telegestione o lampioni fotovoltaici.
h)  impianti centralizzati anche di tipo cogenerativo alimentati a gas naturale fino a 500 kilowatt termici e 250 kilowatt elettrici;
i)  impianti e reti di teleriscaldamento a servizio di utenze pubbliche e private;
l)  coibentazioni ed interventi di riduzione dei consumi energetici ed installazione di uno degli impianti di cui alle lettere da a) a i) del presente comma.

Le domande di ammissione alle garanzie finanziarie potranno essere presentate, presumibilmente entro la fine di aprile, con le modalità previste dal bando per l’accesso al fondo in corso di approvazione.

 

 

 

Clicca  per il sito della regione

Leave a Reply